CELESTE PANTANO

celeste pantanoTesti e drammaturgia Alfonso Cipolla
Regia e ricerche musicali Giovanni Palmulli
Coreografie Ludovico Muratori
Con Giovanni Palmulli, Rocco De Paolis, Dafne Carli, Roberto Ferrari
Organizzazione e Ufficio Stampa Michela Donatiello

Realizzato nel 1996 in occasione della manifestazione Identità e Differenza lo spettacolo è un libero adattamento dei racconti di Isaac Bashevis Singer. La narrazione trae spunto dalle incantevoli storie del grande poeta del mondo yiddish e, insieme alle musiche e ai canti della tradizione, le danze ispirate ai vari rituali, i caratteri dei tipici personaggi ebraici, compone il mosaico di uno spettacolo che unisce attori e spettatori nell'avvolgente atmosfera di un villaggio polacco.

Al ragazzo prodigio
prìncipe nel narrare le infinite variazioni fantastiche della vita...
è dedicato CELESTE PANTANO


ORCHESTRINA FREYLEKH

orchestrinaRegia di Giovanni Palmulli
Con Giovanni Palmulli (narrazione, fisarmonica), Rocco De Paolis (canto), Roberto Ferrari (violino, chitarra), Sergio Appendino (clarinetto), Ezio Cordero (basso tuba)

Concerto-spettacolo prodotto nel 1995 in occasione della manifestazione Estate in Settima e replicato al SERMIG.
Le più belle pagine della canzone yiddish e della musica klezmer fanno da colonna sonora ad un racconto sulla storia della Yiddishland, il vasto territorio che comprendeva i Paesi dal Baltico al Mar Nero dove vivevano milioni di ebrei prima della Shoa. Evento dedicato ad un genere musicale che è sempre stato relegato ai margini della musica, espressione stessa dell'emarginazione che ha patito il popolo che ne è stato portavoce.

 

 


IL SERPENTE NEL CAPPELLO

il serpente nel cappello

Progetto, drammaturgia e regia Giovanni Palmulli
Allestimento scenico e disegno luci Massimo Carraro
Organizzazione Michela Donatiello
Con Giovanni Palmulli

Lo spettacolo è stato prodotto nella stagione 1993/94 ed è un libero adattamento del celeberrimo "Il Piccolo Principe" di A. de Saint-Exupery. Teatro d'attore, canto e musica dal vivo, animazione d'oggetti e teatro d'ombre sono gli ingredienti utilizzati per narrare la favola che Saint-Exupery dedica all'amico Leon Werth. Il Serpente nel Cappello tocca i temi delle "grandi cose della vita", in un gioco di contrasti tra il mondo incantato dei bambini e quello materiale e prosaico dei grandi. Sul filo della memoria Leon, il narratore, conduce i piccoli spettatori in uno straordinario viaggio nel deserto, alla scoperta dell'affascinante "pianeta di Antonio". Ombre e sogni si materializzano nel ricordo ed il deserto diventa uno spazio fantastico dove ogni cosa è destinata a trasformarsi e mutare in un serrato gioco di illusioni.


CHE CI FACCIO QUI?

che ci faccio qui


con Giovanni Palmulli, Rocco De Paolis, Ludovico Muratori

Spettacolo - Animazione prodotto e replicato nell'estate del 1993 per le classi dell'Estate Ragazzi del Comune di Torino. Il titolo è preso a prestito dal libro-diario dell'autore inglese Bruce Chatwin, che si snoda attorno ai temi del viaggio e della migrazione: attraverso canti e forme teatrali di varie tradizioni, tre personaggi conducono i giovani viaggiatori alla scoperta di mondi e culture diverse...

 

 

 

 

 


FREYLEKH

freylekh

Progetto, drammaturgia e regia
Giovanni Palmulli, Rocco De Paolis, Ludovico Muratori
Allestimento scenico Teatrosfera 
Organizzazione e Ufficio Stampa Michela Donatiello
Con Giovanni Palmulli, Rocco De Paolis, Ludovico Muratori, Dafne Carli, Emerenziana Vezzari, Gianni Limone, Salvatore Bottari
Musiche dal vivo di Giovanni Palmulli, Roberto Ferrari, Massimo La Fronza, Vito De Bellis

Lo spettacolo ha debuttato nel maggio 1991 al Teatro Juvarra di Torino ed è stato replicato fino a luglio 1993.

Recensione di Gretl Köfler, Tiroler Tageszeitung, 22 giugno 1992 in occasione di Freylekh al Festival Musik Der Religionen di Hall in Tirol (Austria):
"Il pubblico, seduto attorno ad una tavolata, partecipa ad una festa molto particolare. A terra, accanto alle tovaglie bianche che coprono la lunga tavolata ornata di fiori, bruciano 150 candele per "Freylekh", lo spettacolo allestito nell'Haller Khurhaus dal Teatrosfera di Torino. La Compagnia italiana si è immersa in un mondo sconosciuto e sulle orme di Isaac B. Singer ha camminato attraverso gli shetl ebraici dell’est, dove viveva una società chiusa e patriarcale, con una propria lingua e una propria religione, secondo riti e leggi proprie. Gli attori-musicisti, i klezmorim, rappresentano questo mondo con musiche, danze e racconti. Mettono in scena la propria festa e vi fanno partecipare anche gli spettatori. Violino, chitarre, fisarmonica e contrabbasso esprimono nostalgia e amore, si applaude, si ride, si danza, viene servito vino e vengono offerti datteri, con l’augurio “Ti sia dolce la vita”. Ad un tratto il ritmo cresce e i movimenti dei danzatori incalzano. Con le braccia alzate e le teste dondolanti girano in cerchio vorticosamente, dimentichi di se stessi. Poi si avvicinano l’uno all’altro, si fermano, l’enfasi dei loro movimenti li separa, finchè la musica arriva al silenzio."


LÀ IN MEZZO AL MAR

la in mezzo al mar

con Giovanni Palmulli, Rocco De Paolis, Gianni Limone

Lo spettacolo è una creazione originale della Compagnia, rappresentato nella stagione 1988/89 in diverse scuole e teatri di Torino e provincia. Alcune repliche si sono svolte nel luglio 1989 nel prestigioso Festival Internazionale di Teatro per Ragazzi di Muggia.
Si racconta di Carletto, un bambino scapestrato e curioso, che un giorno, vivendo in città e stanco della routine scolastica, decide di partire alla volta del mare. Il protagonista però, prima di giungere alla meta, si trova coinvolto in una girandola d’incontri con vari personaggi: il vigile urbano, il camionista, i pescatori... Al porto trova infine una nave misteriosa: Carletto viene rapito dal temibile capitano Bounty e, quando la nave salpa, è costretto insieme ad altri bambini a lavorare per lui a bordo. L'unica via d'uscita è l'ammutinamento...
Giocato sul continuo coinvolgimento dei piccoli spettatori, lo spettacolo si snoda sul filo di una narrazione che alterna teatro d'attore, musica dal vivo e canzoni popolari.

 


 

PARATA
con Giovanni Palmulli, Salvatore Bottari, Laura Casano

NOTTURNO
con Giovanni Palmulli, Rocco De Paolis, Gianni Limone, Salvatore Bottari, Patrizia Marogna

S.O.S.
con Giovanni Palmulli